Spino Udm	-	Ma Che Ritmo	=	6 - 7

Spino Udm
2 - D'Attino Davide
2 - De Zuani Fabio

1 - Romeo Filippo
1 - Schiavon Nicola

Ma Che Ritmo
3 - Bettio Davide
1 - Candotti Simone
1 - Valese Antonio
2 - Zuin Alessio

Sfiorano l'ennesima impresa gli Spino UdM, che per un pelo (o un palo) non riescono a portare ai supplementari anche i favoriti Ma che Ritmo. Il primo tempo è un monologo dei "musicali" che fanno il bello e il cattivo tempo dominando in lungo e in largo e portandosi al riposo sul 5-1. La gara sembrerebbe chiusa, e invece gli Spino UdM si risvegliano dal torpore, approfittando anche del calo degli avversari, forse convinti di aver sbrigato la pratica dopo i primi 25 minuti. Così la banda di Spinello comincia a far gioco e soprattutto a colpire il palo, la partita si ravviva e i McR devono faticare e non poco per non sprecare il vantaggio accumulato. Alla fine ci riescono mantenendo la distanza minima: volano così in semifinale dove proveranno a punire i Lemme Lemme. Escono invece a testa altissima gli Spino UdM, ci è mancato veramente poco per portare a termine l'ennesima impresa.

Le Stenghe+1	-	Palo Ralph Lauren	=	4 - 7

Le Stenghe+1
1 - Guariento Mauro
2 - Pengo Enrico
1 - Ruzza Edoardo

Palo Ralph Lauren
3 - Cucuglielli Davide
1 - Schiavon Luca
3 - Varotto Matteo II

Le Stenghe + 1 e Palo Ralph Lauren si affrontano in un quarto di finale molto atteso per l'alto tasso tecnico delle squadre in campo. L'inizio infatti non delude, con i giocatori da entrambe le parti che si esibiscono in ottimi numeri: ne nasce un primo tempo scintillante in cui una squadra non riesce a prevalere sull'altra. Nella ripresa sul punteggio di 4-4 i "colletti" però decidono di accelerare e prendono in mano la situazione portandosi sul 7-4, le Stenghe cominciano a perdere lucidità e il rigore fallito è di fatto un segno di resa. Avanzano quindi i Palo Ralph Lauren che centrano la seconda semifinale consecutiva dove si presenteranno da favoriti per conquistare la loro prima storica finale.

A.D.G. Oldewik	-	Subo Le Roi	=	4 - 3 dts

A.D.G. Oldewik
1 - Esposito Alberto
2 - Martin Mattia
1 - Paolucci Nicolo

Subo Le Roi
1 - Masiero Jacopo
1 - Trivellato Marco
1 - Varotto Luca

Incredibile sorpresa al Torneo di Palo: nel primo dei quarti di finale gli A.d.G. Oldewik eliminano i favoriti Subo Le Roi al termine di una partita intensa e vibrante decisa al termine del tempo supplementare. Già dalle prime battute del match si intravedono le difficoltà dei gialloneri, che non riescono a sciorinare il loro gioco e si trovano sotto tra lo stupore generale. Ci vuole un rigore perfetto di capitan Masiero per riportare la situazione in equilibrio, ma i "reali" non riescono a prendere il sopravvento sugli Oldewik che tengono ottimamente il campo e non sono certo rinunciatari. Il vantaggio siglato dal cecchino Varotto prima dell'intervallo è solo un'illusione, perchè nella ripresa gli A.d.G. non si fanno prendere dal panico e continuano a fare il loro gioco trovando il palo con una bella conclusione da fuori. I Subo alzano l'intensità di gioco ma la palla non circola come al solito, e solo una fortunosa e casuale carambola di schiena riesce a riportare sopra i vicecampioni. La dea bendata ci mette pochi secondi a restituire il favore visto che gli Oldewik riacciuffano il risultato grazie a un tiro svirgolato da fuori campo. Ci sono ancora quasi dieci minuti da giocare, i Subo cercano a più riprese il vantaggio, ma le idee latitano, tanto che le occasioni più ghiotte capitano sui piedi degli Oldewik che in un paio di circostanze vanno veramente vicini al vantaggio. I 50 minuti regolamentari non sono sufficienti e cosi sì va all'overtime, dove sotto gli occhi di un pubblico visibilmente teso i Subo prendono possesso del campo affidandosi però quasi esclusivamente a (imprecisi) tiri da fuori visto che l'ottima difesa dei bianco-azzurri rende difficile imbastire trame elaborate. La paura di perdere prende il sopravvento, e proprio quando tutti si aspettano i rigori, un clamoroso autopalo condanna i Subo Le Roi ad un'inaspettata eliminazione. Festeggiano meritatamente gli A.d.G. Oldewik, abili a far inceppare la macchina da pali avversaria e a colpire al momento opportuno.

Ara Che Robi
1 - Benanti Enzo
2 - Giacomello Giulio
3 - Kreko Egi

Toffees
1 - Baldin Mattia
2 - Ruzza Alessandro
1 - Tridello Tommaso

Non tradisce le attese l'ultimo ottavo di finale, con Ara Che Robi e Toffees che danno vita ad un sfida equilibrata e ben giocata. Il primo tempo è un botta e risposta tra le due formazioni, che si danno battaglia a viso aperto e vanno al riposo sul 3 a 3. Nella ripresa partono meglio le "caramelle" che giocano bene e rimettono il naso avanti, gli Ara che Robi si gettano in avanti alla ricerca del pari, mentre i giovani arancio-blu si affidano a ripartenze e conclusioni dalla distanza sfiorando più volte l'allungo. La loro imprecisione viene però punita, prima vengono raggiunti e poi nel giro di un minuto subiscono due pali spezzagambe. Il tempo di recuperare ci sarebbe, ma i Toffees si fanno prendere dalla frenesia e tirano appena hanno il pallone tra i piedi, la mira non è della migliori e la partita si conclude con la vittoria degli Ara che Robi che gelano il pubblico di casa, accorso a tifare i beniamini Toffees. Grande risultato per la squadra di Egi, che ora non si pone limiti; comprensibile delusione invece per i Toffees che escono contro un'avversario alla loro portata senza ripetere l'exploit del 2014.

Già da giorni si era sparsa la voce che i ragazzi dei gradini di fine anno '80 avrebbero avuto tante defezioni. Sta' di fatto che alle ore 20.30 c'era solo il mesto Gomma presente, mentre, seppur in formazione rimaneggiata, dalla lontana madonna pellegrina erano scesi con tanto di ultras al seguito.
Dopo un quarto d'ora di inutile attesa, all'arbitro non è rimasto altro da fare che fischiare tre volte e consegnare il quarto di finale ai cugini della parrocchia accanto.
Pomeriggio non sprecato però. I Bicampioni raccolgono tra il pubblico (anche quest'anno numeroso ed assai partecipe) qualche volontario ed organizzano un'amichevole...potere del palo e della voglia di giocare e stare assieme!!!

Spino Udm
5 - Benvegnù Gianluca
1 - Gallato Valerio

Chiu' Palo Per Tutti
3 - Bettella Marco
1 - Perillo Gianluca
2 - Ponchia Matteo

Incredibili Spino UdM! I vincitori della Coppa del Nonno confezionano la sorpresa di serata (e forse di tutti gli ottavi) e spediscono a casa i Chiu' palo per tutti, capaci in questo torneo di bloccare i Lemme Lemme P. Match subito equilibrato, con gli arancioni forse sorpresi dalla verve degli avversari. Le segnature si alternano da una parte e dall'altra, con le due squadre che non riescono a scappare definitivamente. Con pochi secondi sul cronometro, la squadra di Voltabarozzo è sopra di uno e assapora la vittoria, ma proprio all'ultimo istante Benvegnù trova un palo sensazionale suggellando il personale pokerissimo. Si tratta del terzo supplementare per entrambe le squadre: gli Spino hanno vinto i due precedenti, mentre i Chiu' Palo hanno sempre mantenuto il risultato di parità. Anche in questo caso nessuno segna e sono necessari i rigori per decretare il vincitore. La tensione è palpabile, tanto che è l'imprecisione a far da padrona ad una lotteria quasi interminabile, gli Spino UdM si dimostrano più freddi e festeggiano una vittoria tanto sorprendente quanto meritata. Amarezza per i Chiu' Palo, che escono dal torneo senza neanche aver mai perso una partita.

Laughing Buddha
1 - Donato Nicola
1 - Peruzzo Gianluca

Palo Ralph Lauren
1 - Benelle Giacomo
1 - Cavestro Marco
1 - Kazerani Juri
1 - Schiavon Luca
1 - Varotto Matteo II

Sulla piattaforma fanno da aperitivo (si fa per dire) alla "giornata Rosa del palo" dove le squadre femminili occuperanno per la prima volta la posizione centrale della serata.
Gli ingredienti dell'aperitivo sono i Palo Larph Lauren chiamati a confermare le ottime prove del girone e Laughing Buddha, partiti in sordina ma in costante crescita.
le indiscrezioni della vigilia danno i Palo Ralph Lauren ridimensionati e in carenza di uomini ma al fischio d'inizio incredibilmente sono i Buddha a presentarsi in solo 4 effettivi contro i RL quasi al completo.
La partita inizia e arriva il secondo colpo di scena della serata, bastano a Peruzzo una manciata di minuti per prendere la mira e portare i Buddha inaspettatamente in vantaggio.
Gli avversari, forse storditi dal palo immediato, faticano incredibilmente a riproporre il bel gioco mostrato nel girone e si affidano ad azioni personali dei singoli piu' che ad azioni di squadra, i buddha, dal canto loro, tengono con autorita' il campo e si affacciano nella meta' avversaria in diverse occasioni peccando di precisione.
E' sul finale del primo tempo che arriva il palo del pareggio che riporta le due squadre in parita' prima del duplico fischio che manda le squadre al riposo sul punteggio del 1 a 1.
I Palo Ralph lauren tornano subito in campo con grande piglio, devono riscattare un primo tempo sotto tono. e' cosi' che pian piano i pali non tardano ad arrivare mentre gli avversari iniziano a sentire la stanchezza ma senza smettere di provarci a testa bassa. Donato sigla il palo della bandiera che chiude la partita sul risultato di 5 a 2.

(non commentero' quanto avvenuta sulla piattaforma sul finale di partita, mio compito e' quello di commentare il gioco del palo e quanto successo non ne fa parte nemmeno un po)

Derrick 2.0
3 - Colautti Edoardo
1 - Di Vittorio Alberto
1 - Faccin Tommaso

Le Stenghe+1
2 - Giacomello Gianluca
2 - Pengo Enrico
2 - Ruzza Edoardo

Derrick 2.0 e Le Stenghe + 1 si sfidano nel secondo degli spareggi in una riedizione del quarto di finale dello scorso anno che vede prevalere la squadra di Pengo. Partono subito forte i "trivellatori" che trovano il palo dopo neanche mezzo minuto. Le Stenghe attaccano a testa bassa, sfiorano il pari ma capitolano di nuovo beffati in contropiede. Niente di compromesso però perchè prima accorciano e poi nel finale trovano il pari. L'inerzia sembra dalla loro ma i rossi mettono ancora il naso avanti proprio prima del duplice fischio. Al ritorno in campo allungano di nuovo, scatenando la rabbiosa reazione avversaria. Le Stenghe + 1 infatti prima accorciano, e dopo aver preso le misure trovano tre pali in pochissimi istanti portandosi addirittura sul +2. Il Derrick prova a rialzarsi e riesce ad accorciare le distanze con ancora 8 minuti da giocare, prova ad assediare il palo avversario ma pecca di precisione, Le Stenghe si affidano alle ripartenze ma non trovano il palo che chiuderebbe la contesa. Soffrono fino alla fine ma il fortino regge: con molta più fatica del previsto i bianco-rosso-gialli avanzano i quarti, mentre i "trivellatori", delusi ma finalmente autori di una buona prova, escono dalle prime otte del torneo per la prima volta dopo otto anni.

A.D.G. Oldewik
2 - Esposito Alberto
2 - Martin Mattia
1 - Musumeci Luca
1 - Paolucci Nicolo

Atletico Perniente
1 - Battifoglia Alessio
1 - Tettamanti Riccardo

A.D.G. Oldewik e Atletico Perniente si sfidano per decretare quale delle due seconde proveniente dai gironi "extra" approdi ai quarti di finale. Ci vuol poco a capire che i più esperti Oldewik (più di qualcuno ha già alcuni tornei alle spalle) sono più in palla e abituati a giocare certi tipi di partita, e così nei due tempi controllano un match molto fisico riuscendo a riscattare il girone giocato così-così e guadagnandosi il diritto di sfidare gli amici Subo Le Roi.

Ibiza 2015
1 - Baldan Alessio
1 - Tonzig Francesco

Scainariscarsi
1 - Calore Omar
1 - Dainese Enrico
1 - Zaka Ervis

Incredibile epilogo nell'ultimissima partita della fase eliminatoria: ci è voluto l'ennesimo supplementare per decidere la seconda qualificata del girone A. A sorridere alla fine sono gli Scainariscarsi, che dopo un testa a testa di 50 minuti trovano il guizzo finale nel tempo supplementare che significa passaggio del turno dopo non si sa quanto tempo. Masticano amaro invece gli Ibiza 2015 che speravano di bissare il risultato dello scorso anno, senza aver mai perso una partita nei tempi regolamentari si ritrovano fuori dalle migliori 14 del torneo.

Maalox Rock
1 - Altrui Raffaele
1 - Massara Giuseppe
3 - Zanin Carlo

Spino Udm
2 - Anzarut Damian
2 - Benvegnù Gianluca
1 - De Zuani Fabio
2 - Gallato Valerio
2 - Mazzucato Giorgio
1 - Schiavon Nicola

Nessuna sorpresa nella prima gara serale: gli Spino UdM vincono la terza partita su tre lasciando i campioni in carica dei Maalox Rock ultimi del girone A a 0 punti. Poco da dire sul match, sempre in controllo la banda di Spinello che manda a segno ben 6 giocatori, tra cui anche il leader morale-spirituale Giorgio Mazzucato, autore di una doppietta. Ora agli ottavi di finali troveranno un'avversario di tutt'altro spessore, ma intanto il primo obiettivo è stato centrato.

Leffe Leffe
1 - Conte Federico
2 - Gusso Daniele
1 - Pasqui Gianluca

Chiu' Palo Per Tutti
2 - Bettella Marco
1 - Durante Rocco     
1 - Ponchia Matteo

Tra Leffe Leffe e Chiu' Palo per Tutti, solo questi ultimi sono interessati al risultato, una vittoria senza cartellini varrebbe un sorprendente primo posto nel girone davanti ai bicampioni Lemme Lemme P; per i Leffe Leffe invece il match conta solo per le statistiche vista l'eliminazione certa. Proprio il fatto di giocare senza pressioni favorisce la squadra di Fiorentin che gioca un bel palo sfiorando la marcatura più volta. Gli arancioni però sono molto concreti e dimostrano di saperci fare, così approfittano delle distrazioni avversarie per portarsi avanti. I Leffe non demordono e danno vita ad una battaglia che al triplice fischio si conclude senza vincitori nè vinti. I 10 minuti di extra-time sono inutili, il pareggio rimane lasciando l'amaro in bocca ai Chiu' Palo per Tutti che si devono accontentare del secondo posto nel girone.

Le Stenghe+1
1 - Giacomello Gianluca
2 - Guariento Mauro
2 - Pengo Enrico
2 - Romanato Marco
3 - Ruzza Edoardo

Oriundi
2 - Zin Matteo

Tutto come da copione per le Stenghe +1 che regolano senza problemi gli Oriundi condannandoli all'eliminazione e conquistando il primo posto nel gruppo E. Il primo tempo però è abbastanza equilibrato e, seppur le Stenghe abbiano sempre il controllo del match, gli Oriundi rimangono a contatto dimostrando di non aver vinto la prima partita per caso. Nel secondo però la squadra di Pengo dilaga senza pietà sugli avversari che alzano presto bandiera bianca: l'unica nota negativa viene dall'infortunio al ginocchio (apparentemente serio, speriamo di sbagliarci) subito da uno dei ragazzi in maglia bianco-giallo-rossa a pochi minuti dal termine.

Svincolati
1 - Ceroni Leonardo
1 - Krusa Erion
3 - Lana Alessandro
1 - Pagnin Matteo

A.D.G. Oldewik
3 - Chesi Davide
1 - Martin Mattia
1 - Paolucci Nicolo

Grandissima partita quella tra Svincolati e A.d.G. Oldewik che si affrontano nell'ultima gara di un girone tutto da decidere. Ne nasce un match ricco di colpi di scena in cui le squadre si affrontano a viso aperto alla ricerca di quel palo in più rispetto all'avversario che varrebbe i tre punti. Alla fine a spuntarla sono gli Svincolati, che però cadono in piedi perchè penalizzati dal cartellino giallo subito. Un'ora dopo il triplice fischio invece gli Oldewik festeggeranno nonostante la sconfitta: la loro buona condotta e una differenza reti migliore sono sufficienti per accedere agli ottavi di finale.

Palo Ralph Lauren
2 - Benelle Giacomo
3 - Cavestro Marco
3 - Mion Luca
1 - Varotto Matteo II

Atletico Perniente
1 - Battifoglia Alessio
1 - Mazzucato Matteo
1 - Tuzio Giuseppe
1 - Zin Marcello

Grande partita doveva essere tra Palo RL e Atletico Perniente e grande partita è stata, in un match senza esclusioni di colpi dove alla fine a prevalere è la grande tecnica individuale dai Ralph Lauren.
Pronti via e la squadra in polo si dimostra all'altezza delle aspettative e, con un gioco arioso, in men che non si dica si trova subito in vantaggio.
Organizzazione di gioco quasi inedita sulla piattaforma per i Palo RL che con degli schemi simili al Futsal si smarcano e vanno al tiro con estrema facilità, i ragazzi non peccano nemmeno di precisione e colpiscono il palo con l'esperienza dei veterani incrementando ulteriormente il vantaggio iniziale.
L'atletico non si da per vinto e, rispondendo con schemi più semplici ma altrettanto efficaci, approfittano di un momento no dei Palo Rl, forse convinti di aver chiuso la partita anzitempo, per riaprire la gara e dimostrare al pubblico presente che la partita non è ancora archiviata ma ci sarà da faticare per portare a casa la posta.
il primo tempo si chiude, quindi, con i ragazzi in polo in vantaggio di solo un palo nonostante il gioco espresso.
al rientro in campo i Palo Rl entrano con il piglio giusto e chiudono la partita, lasciando agli avversari un solo palo.
Poco male per i poco atletici che guardano con ottimismo il proseguo del torneo, la fase a gruppi è archiviata e adesso si sfideranno con gli Odelwick in una partita sicuramente alla loro portata per raggiungere i quarti di finale.
I Palo Rl,invece, si candidano prepotentemente come seria candidata al titolo per migliorare l'impresa dell'anno scorso e questa squadra sembra avere tutte le carte in regola per farlo

Ma Che Ritmo
1 - Candotti Simone
1 - Corsale Enrico
1 - Zorzan Mattia

Ara Che Robi
1 - Di Francesco Andrea

C'era grande attesa per la sfida che assegnava il primo posto del girone D, e le aspettative non sono state deluse. Ma che Ritmo e Ara che Robi danno vita ad una sfida molto combattuta ed equilibrata che diverte il pubblico a bordo campo. L'inizio è favorevole agli AcR che tirano molto e sfiorano il palo in moltissime occasioni, i Ma che Ritmo giocano invece di rimessa e dopo qualche buona occasione fallita riescono a portarsi avanti sfruttando una distrazione difensiva degli avversari. Nel secondo tempo i McR prendono coraggio forti del vantaggio e riescono a portare a casa l'intera posta in palio qualificandosi ai quarti di finale come miglior prima in assoluto. Poco rammarico per gli Ara che Robi, se la sono giocata alla pari e agli ottavi avranno tutte le possibilità di fare bene.

Bafana Bafana
1 - Bordin Andrea
2 - Camporese Mattia
2 - Savioli Enrico

Laughing Buddha
2 - Carrossa Ciego
1 - Decina Riccardo
1 - Donato Nicola
1 - Mbida Jean
2 - Peruzzo Gianluca

Si sfidano per il passaggio del turno Bafana Bafana e Laughing Buddha, lo scontro tra le due compagini e' decisivo, bastera' la vittoria nei tempi regolamentari senza cartellini per centrare la qualificazione del girone.
E' subito Peruzzo a conquistare la scena che, con un uno due dalla distanza, mette la freccia e porta i suoi sul punteggio del 2 a 0. Partita in discesa per i Buddha? Neanche per sogno, i Bafana ritrovano il bandolo della matassa e completano la rimonta con Bordin e Savioli.
Tutto da rifare e partita di nuovo in equilibrio, sono nuovamente i " buddha ridenti" a tornare in vantaggio, in un sali e scendi di emozioni e pali incredibilmente mancati, il botta e risposta tra le due squadre continua per tutta la partita traghettando le due squadre sul risultato del 5 a 5 quando mancano solo una manciata di minuti sul cronometro. A questo punto della partita entrambe le squadre sanno che d'ora in avanti ogni palo puo' risultare decisivo ed e' nuovamente la squadra di capitan Donato a riportarsi in vantaggio con Decina ispirato da Caressa, che poco piu' tardi chiudera' il match con una bella conclusione dalla distanza.
Sono i Buddha a poter esultare dopo una prestazione che conferma la crescita di questa squadra nel corso del girone, i Bafana Bafana si guadagnano il cucchiaio di legno del girone, confermandosi prima piccola delusione del torneo partiti per una squadra che alla vigilia partiva con diverse ambizioni.

1 ... 5 6 7 8 10 12 13 14 15 ... 37

Tabellini con formazioni, marcatori e un breve commento per ogni partita del torneo

Cerca

Aprile 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 << <   > >>
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
powered by b2evolution