gobbato alberto - 1
ponchia matteo - 1

de lorenzis alberto - 2
mazzucato riccardo - 1
tognon alberto - 1

Cronaca:
Alle nove, orario previsto per il calcio d'inizio, invece che le due suadre, in campo scende la pioggia. Ecco che allora Subo e the Undertakers, con l'aiuto di qualche volontario, si danno da fare con scope e spazzoloni affinchè il campo si asciughi e si possa giocare. Così all 22,10 si scende regolarmente in campo per decretare le ultime due qualificate alla seconda fase. Partono bene i "becchini" che vanno in vantaggio e si chiudono bene, rendendo la vita difficile agli avversari, molto contratti e poco lucidi. Col passare dei minuti gli "ubriachi" prendono le misure, anche grazie al campo che si asciuga completamente e permette loro di fare il loro gioco, e pareggiano in chiusura di tempo. Nella ripresa parte forte la squadra del diplomato Masiero, che si scatena portandosi in vantaggioe poi incrementando il divario fino al 4 a 1. The Undertakers ci provano generosamente ma non vanno oltre il palo del 2 a 4, che stabilisce anche il risultato finale. Subo primi a punteggio pieno ma costretti agli spareggi a causa della situazione disciplinare per gli Undertakers l'eliminazione, già molto vicina dopo questa sconfitta, diventa realtà al termina della partita tra Monarchichi e il Gubbio.

calore jarno - 3
volpi cristian - 2

lazzarato giuseppe - 1
ruzza gianni - 1
silvestri luca - 1
zorzan antonio - 1

Cronaca:
L'ultimo incontro della serata, nonostante inutile in termini di qualificazione, è motivo di grande interesse, da alcuni addetti ai lavori è stato infatti giudicato come la finale al contrario. Scainari e Bunga Boys sono determinati a vincere questa partita e già dalle prime battute si danno battaglia. Il palo in apertura illude i "ragazzi di arcore", che pian piano soccombono sotto i colpi dei più "giovani" avversari, che, ha cavalloo della ripresa, sono già sul 4 a 1. I boys però non demordono e pian piano costruiscono occasioni, accorciano due volte e sul finale pareggiano con un palonzo di Silvestri. Si prospettano i secondi supplementari della serata, ma capitan Calore decide la partita all'ultimo minuto in favore degli Scainari, che anche quest'anno colgono la prima vittoria all'ultima giornata. Bunga boys invece a bocca asciutta, ma protagonisti di un buon torneo in cui, a parte che nel primo match, hanno saputo mettere in difficoltà i ben più quotati avversari.

dal corso luca - 3
marconato stefano - 2
AutoPaolo - 1

lana alessandro - 1
lana andrea - 1
pagnin matteo - 2
piacenza francesco - 3

Cronaca:
Non c'era niente in palio tra Metal Gear e Svincolati, se non i primi inutili 3 punti del loro torneo. Ne esce quindi una partita piacevole e divertente, che rimane in bilico fine all'ultimo. La squadra di mister Puato parte bene, ma i talentuosi "senza contratto" rispondono come sanno fare. Il match procede su questi binari per tutta la sua durata, con botta e risposta che deliziano il pubblico presente. A far la differenza è un break degli svincolati a metà ripresa, i Metal Gear riescono poi ad accorciare ma non ad agguantare il pareggio. Finisce 7 a 6 dunque, le due compagini si congedano con una bella prestazione, sperando di rifarsi nel prossimo torneo.

Benanti Enzo - 2
Falcetti Federico - 2
giacomello giulio - 1

bozzato marco - 1
brocco mattia - 1
meggio roberto - 2
savioli enrico - 1

Cronaca:
Il match che apre la serata è l'unico che ha qualcosa da dire in termini di classifica, Ara che Robi e Real Padova si giocano la testa del girone e l'accesso diretto ai quarti. Il primo tempo, ben giocato da entrambe le squadre, si conclude sul 2 a 1 in favore di "quelli della terza categoria". Poi nella ripresa accade di tutto. Gli Ara che Robi attaccano costantemente e con una serie repentina di pali si porta zerodue sul più due. Il Real ci crede, riesce ad accorciare e si butta alla disperata ricerca del pareggio. La volpe Giacomello però, con una zampata delle sue, colpisce all'ultimo minuto ristabilendo le distanze. Partita finita? Macchè. I fucsianero si lanciano in avanti con generosità e nel recupero prima accorciano, e poi, proprio in extremis, pareggiano. Al triplece fischio è tutto da rifare, ci vorrà il golden post per decretare la capolista del gruppo B. Pronti via e il Real trova di testa un ghost-post che l'arbitro non concede, i fucsianero allora protestano vibratamente e si beccano un'ammonizione, che vale com un gol per gli avversari. Infatti nel overtime non si segna più e, con le squadre appaiate a sette, il primo posto viene deciso dal minor numero di ammonizioni (0 contro 1) della squadra presidenziale, che si qualifica direttamente ai quarti. Il Real invece viene catapultato nella parte bassa del girone e si contenderà con i Superdry un posto tra le magnifiche otto.

badain diego - 1
calore omar - 3

carrara tommaso - 1
carturan massimo - 2
degli agostini marco - 3
dision damiano - 3

Cronaca:
Chiude la serata palistica il match tra Vecchie Nutrie e Dea Bendata, entrambe le squadre arrivano alla partita sapendo di giocarsi tutto e che il minimo passo falso vorrebbe dire l’uscita dal torneo complice la vittoria degli uomini in tricolore nella partita delle 20.00.
La partita inizia come nessuno se lo aspetta, neanche il tempo di far partire il cronometro che i Dea Bendata sono già avanti di due pali, entrambi usciti dal piede di un ispiratissimo Degli Agostini ed entrambi di pregevole fattura. La partenza flash dei bianco-blu stordisce le Nutrie che non riescono ad organizzare gioco e sono schiacciate dalle trame dei Dea Bendata che con la sicurezza dei veterani tengono bene il campo, segnano e convincono, mai rischiando la rimonta avversaria. Più la partita avanza più il pubblico rimane attonito consapevole che davanti ai suoi occhi si sta lentamente sgretolando un mito per tutti gli amanti di questo sport. Il tempo passa e la sfiducia nelle facce delle storiche Nutrie si fa via via sempre più palese, solo un semprevivo Calore prova a dare inutilmente la scossa ai suoi chiudendo le segnature con un bel palo dopo un’azione personale. Al triplice fischio esplode la panchina dei “fortunati” (questa volta solo di nome e non di fatto) mentre si fa scuro il volto delle nutrie, che salutano per la prima volta dopo anni il torneo ai gironi ,e del leone Ferin che saluta il torneo senza neppure una marcatura. Solo l’anno prossimo, se ci sarà, avrà l’occasione di dimostrare a tutti i tifosi se può ritornare il re della (sua) foresta o se questo è stato definitivamente il suo ultimo ruggito. (a dl)

anselmi michele - 1
corvetti claudio - 2
destro vincent - 1
di vittorio alberto - 1

Cronaca:
Con la qualificazione già in tasca, Pali Superflui e Sanpo si contendono la testa del girone e la possibilità di evitare gli spareggi. Il match sulla carta è aperto a qualsiasi risultato, viste le credenziali di cui disponevano entrambe le squadre. Il campo però fin dall'inizio dice qualcos'altro, le "casacche" sono molto più in palla, creano di più e vanno meritatamente in vantaggio, i "sanpaolini" invece fanno un gran confusione e non riescono a trovare il bandolo della matassa, così al riposo sono sotto di tre pali. La riprese è differente nella forma, ma non nella sostanza: i Sanpo sono molto più decisi a riaprire il match ma sono incredibilmente spreconi, mancano il palo da qualsiasi posizione, e per i Pali Superflui diventa facile incrementare il proprio vantaggio. Il 5 a 0 finale spedisce la squadra di Anselmi ai quarti come miglior prima dei gruppi D E F, mentre condanna i Sanpo agli spareggi di sabato 9.

biasio gianluca - 1
galeazzo thomas - 1
zeffin davide - 1

bellò federico - 3
romeo filippo - 1
spinello simone - 3

Cronaca:
In apertura di serata, Va' Rimengo e The Scarp-one si giocano il tutto per tutto nell'ultima gara del girone, una vittoria significherebbe seconda fase, una sconfitta sarebbe sinonimo di eliminazione. Le prime battute sembrano rispettare i pronostici che vedevano il match molto equilibrato: al vantaggio tricolore risponde dopo pochi minuti il pareggio dei giovani di Volta. Poi però si scatena Spinello che si carica la sua squadra sulle spalle portandola al riposo in vantaggio di due pali. Alla ripresa i Va' Rimengo provano a rientrare in partita, e per un certo momento danno l'illusione di potercela fare, poi però i "Garibaldini" mettono in campo l'esperienza punendo i giovani avversari che non hanno più la forza di rialzarsi. The Scarp-one quindi accedono agli spareggi per il terzo anno consecutivo, i Va Rimengo escono dal torneo a testa alta, il futuro è sicuramente dalla loro. Da sottolineare infine il grande e sentito Fair Play in cui si è disputato il match: considerando l'importanza della posta in palio, non era poi così scontato. Un bell'esempio davvero.

pace gianluca - 2

bettella nicolò - 1
callegaro paolo - 3
de lorenzi francesco - 1
gusso daniele - 2
masiero giovanni - 1
varotto marco - 2
autopalo - 1

Cronaca:
L'ultimo incontro della serata vede i già eliminati Eiteam sfidare il Nuevo Derrick, matematicamente vincitrice del girone. Se per i Nero-Arancio il match serve solo per chiudere il torneo con onore, per i rosso-bianchi è fondamentale vincere per assicurarsi l'accesso diretto ai quarti. Il match è subito in discesa per i "trivellatori", che vanno in palo due volte in pochi minuti, la seguente segnatura degli "etici" è un fuoco di paglia, perchè poi il Derrick prende il dominio del gioco e ipoteca la vittoria già nel primo tempo. La ripresa allora serve allora per aumentare il più possibile la differenza pali per assicurarsi, almeno sulla carta, un quarto di finale più agevole. I Nuevi vanno subito a segno più volte, ma nella seconda metà del tempo peccano in precisione, e rimangono a secco fino al triplice fischio, concedendo anche un altro palo agli avversari. I quarti di finale sono comunque garantiti per il Derrick, che dopo i match di stasera conosceranno la loro posizione sul tabellone; gli Eiteam invece chiudono malamente un torneo davvero avaro di soddisfazioni.

de antoni riccardo - 1
de marchi alessandro - 1

bortolami alfredo - 3
de ambrosis enrico - 1
filippelli giovanni - 3
nardo emanuele - 1
schiavon dario - 1
autopalo - 1

Cronaca:
Il match delle 21 è sulla carta il più interessante della serata: l'Ass. Tommaso Pengo e gli Oriundi, appaiati a quota 3, si contendono l'accesso agli spareggi di sabato prossimo. L'inizio del match è equilibrato, al vantaggio degli Oriundi risponde immediatamente l'ATP; poi però questi ultimi spengono la luce ed escono completamente dalla partita. I "Sivorini" hanno vita facile e chiudono il primo tempo sul 5 a 1. La ripresa è la copia del primo, sia nel risultato (5 a 1), che nel gioco. Così al fischio finale la squadra di capitan Cartini (nell'occasione seduto in panchina in borghese) può festeggiare l'accesso alla seconda fase, per l'ATP un pizzico di delusione dopo la vittoria dell'esordio e la seconda partita in cui avevano fatto soffrire il ben più quotato Nuevo Derrick.

giordani claudio - 1
gobbo stefano - 1
piantoni carlo - 2
sannito sebastiano - 2
vezzaro nicola - 1

mazzucato fabio - 2
schiavon orfeo - 1
tognetto riccardo - 1

Cronaca:
Dopo appena un giorno di riposo, il TdP riprende subito la sua corsa che porterà agli spareggi di sabato. Ad aprire la serata un match con poco da dire : Old Man e Boia l'Orso cercano la prima vittoria, non per evitare l'eliminazione, ma soltanto per cancellare lo 0 dalla casella dei punti. Il match, equilibrato e combattuto, sorride ai Boia l'Orso che, con un'ottima prestazione corale, non lasciano scampo agli Old Man, quest'anno sempre in difficoltà. Appuntamento all'anno prossimo per le due squadre, a meno di "ripescaggio" nel Trofeo dell'Amicizia.

zaccheo giacomo . 1

bettio davide . 1
ciccomascolo andrea . 1
corsale enrico . 1
foti giuliano . 1
politeo dario . 1
valese antonio . 1
zuin alessio . 1

Cronaca:
Ecco quello che per molti alla vigilia del torneo sarebbe stato il match clou del girone A, e cosi è. Le squadre, entrambe già qualificate a scapito di Old Man e Boia L'Orso, si sfidano per il primato nel girone. Dopo un primo tempo di "studio" da parte di Corsale e compagni, nel quale i Superdry non impensieriscono quasi mai i campioni in carica, il secondo tempo è il momento della verità. Grazie soprattutto alla solidità, all'esperienza e alle qualità individuali, i Ma Che Ritmo trovano i pali della tranquillità, che li portano direttamente ai quarti di finale. I Superdry ce la mettono tutta per provare a riaggiustare la partita, ma spesso risultano imprecisi (e talvolta sfortunati) nel tocco decisivo. Tra di loro una menzione speciale spetta a Giacomo Zaccheo, capocannoniere della squadra e idolo del pubblico, il quale al termine della gara, nonostante l'infortunio al polso, la quasi impraticabilità del campo causa pioggia e la frustrazione del pesante passivo, riesce a siglare il "palo della bandiera" rendendo così meno amara la sconfitta. Per loro spareggio inevitabile, ma consapevolezza di poter vincere e di poter andare ancora avanti. (a dv)

cappa davide . 1
corvetti claudio . 4
tombola filippo . 1

casella aristotele . 2
lana andrea . 1
pagnin matteo . 1

Cronaca:
La prima partita del luglio 2011 è il match che chiude la seconda giornata. Sono contrapposte Pali Superflui, per molti (forse troppi) la squadra da battere, e Svincolati, novellina che tanto aveva ben figurato contro i Sanpo nel match d'esordio. I "senza contratto" partono a tutta, trovando subito il vantaggio, e per tutto il primo tempo contengono gli avversari e si affidano alle ripartenze in maniera assai efficiente in base al rapporto azioni/pali. Al duplice fischio (esordio nel torneo per il terzo fischietto del TdP) di pali superflui non ce ne sono, anzi la compagine di capitan Anselmi è sotto di uno. Il secondo tempo sembra la fotocopia del primo, con i giocatori in maglia verde ad attaccare e gli altri a contenere e ripartire, nonostante l'assenza di ricambi in panchina. Nel finale, grazie a qualche numero dell'esperto pluri-capocannoniere Corvetti, i Pali Superflui riescono a far rispettare il pronostico trovando un 1-2-3 in pochi minuti. Ora ad attenderli ci saranno i Sanpo per decretare il primo posto del girone. Per gli Svincolati invece matematica eliminazione e passerella finale contro il Metal Gear, ma nonostante ciò si può dire che capitan Lana e compagni si siano rivelati una delle squadre più ostiche tra le esordienti. (a dv)

bettella marco - 1
ponchia matteo - 1

capovilla michele - 2
fiorentin alberto - 1

Cronaca:
La sfida tra The Undertakers e Monarchici è senza dubbio la più interessante ed equilibrata della serata. La squadra dei fratelli Fiorentin è costretta a vincere per rimanere in corsa, gli Undertakers con un successo invece si garantirebbero l'accesso alla seconda fase. Il primo tempo è molto equilibrato, le squadre si studiano e non si prendono rischi, con un palo per parte si va all'intervallo in perfetta parità. Nella ripresa i "reali" spingono sull'accelleratore sapendo di non avere alternative alla vittoria, e, dopo qualche tentativo fallito, segnano due volte mettendo in ghiaccio la partita. Il finale è maschio, l'arbitro deve metterci del suo per mantenere il controllo del match, e il palo in extremis dei "becchini" serve solo per aumentare le sofferenze dei Monarchici. Al fischio finale possono far festa anche i giocatori del Gubbio a bordo campo, questo risultato infatti tiene in corsa tutte le squadre del gruppo F, che verrà deciso all'ultima giornata.

donà mattia - 1
Falcetti Federico - 1
giacomello giulio - 2
Kreko Egi - 1

dovigo marco - 1
lazzarato giuseppe - 1
zorzan antonio - 1

Cronaca:
Sulla carta non ci doveva essere partita, troppa la differenza tecnico-atletica tra Ara che Robi e Bunga Boys, invece il campo dice ben altro, e il pubblico si diverte a vedere una partita combattuta e incerta fino all'ultimo. L'inizio dice bene agli Ara che Robi, che vanno davanti e lasciano presagire la solita goleada. I Bunga Boys però non demordono e dopo aver preso le misure nel primo tempo, nella ripresa colpiscono. In questo modo gli Ara che Robi giocano contratti per la paura della beffa, e non riescono mai a staccare gli avversari di più di un palo. Ci vuole il solito Kreko a cacciare via tutti gli spettri di un'incredibile sconfitta, il suo palo nel finale decreta la vittoria e il passaggio del turno matematico, per i "festaioli" invece la consapevolezza di potr strappare un risultato nell'ultimo match contro gli Scainari.

Anonimo
01.07.11

SANPO - METAL GEAR = 9 - 1

chiarentin luca - 2
chiarentin marco - 1
esposito alberto - 1
masiero michele - 2
musumeci marco - 2
musumeci luca - 1

marconato stefano - 1

Cronaca:
Proibitiva sfida per i Metal Gear contro i Sanpo,visti in gran forma, che cercano punti importanti per mettere al sicuro la qualificazione. Già dal fischio d'inizio i "sanpaolini" mostrano i muscoli andando sul 2 a 0, ma la classe di Marconato, che a dire il vero predica nel deserto, permette ai metallari di restare attaccati al match dimezzando le distanze. E' solo un fuoco di paglia però, perchè al riposo i Sanpo conducono 5 a 1. Nel secondo tempo il copione non cambia, Sanpo a segno altre 4 volte, talvolta anche in modo spettacolare, e tabellone finale che dice 9 a 1. Metal Gear mestamente a casa, Sanpo a punteggio pieno ma non ancora sicuri di disputare almeno gli ottavi.

bellò federico - 1
schiavon nicola - 1
spinello simone - 1

carrara tommaso - 3
carturan massimo - 2
degli agostini marco - 1

Cronaca:
I Dea Bendata giocano contro gli Scarp-one con un solo risultato a disposizione: se pareggiano o perdono sono infatti fuori dal torneo. Fin dai primi minuti la squadra di Carrara mette le cose in chiaro e attacca a tutto organico mostrando tutto il proprio valore. Il loro vantaggio però è subito pareggiato dai "tricolori", che sentono vicina la possibilità di vincere e ipotecare la qualificazione. La seconda metà del primo tempo però è completamente appannaggio dgli "atalantini", che segnano più volte e vanno al riposo sul 4 a 1. Nella ripresa gli Scarp-one cambiano atteggiamento, ma la sfortuna sembra essere dalla loro parte perchè il palo viene solo lambito e quasi mai colpito. Le uniche due volte che i "garibaldini" riescono andare a segno, ci pensa capitan Carrara a ristabilire le distanze per la squa squadra. Il finale dice 6 a 3 e così il girone C, decisamente il più appassionante ed equilibato finora, si deciderà tutto all'ultima giornata.

bellucco riccardo - 3

gomiero luca - 1
volpi cristian - 1

Cronaca:
Punteggio calcistico nella seconda partita della serata che, fino a due minuti dal termine, stava regalando un'incredibile sorpresa. Gli sfavoritissimi Scainari infatti reagiscono bene allo svantaggio inziale ribaltando il risultato già nel primo tempo. Nella ripresa rosanero provano in ogni modo a pareggiare, ma più che a palo giocano a calcio e non riescono a portare un pericolo degno di tale nome. Quando ormai l'impensabile sembra cosa fatta, il Real sfrutta un errore degli avversari e trova l'insperato pareggio ripetendosi trenta secondi dopo e cogliendo una vittoria fondamentale che, a meno di incredibili sorprese, li proietta alla seconda fase e tagli fuori la squadra di capitan Calore.

1 ... 17 18 19 20 22 24 25 26 27 ... 37

Tabellini con formazioni, marcatori e un breve commento per ogni partita del torneo

Cerca

Settembre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 << <   > >>
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
powered by b2evolution